Impostazioni smart-editor

Prima di iniziare ad utilizzare lo smart-editor, si consiglia di configurare le funzionalità, l’aspetto ed altre caratteristiche dal menù “Estensioni>moduli>impostazioni Smart Editor“. Queste impostazioni saranno comuni a tutti i prodotti ed a tutti i template di prodotto presenti nello shop.


SCHEDA GENERALE

  • Avviso bassa risoluzione (DPI): Quando il rapporto “dimensione immagine/DPI immagine” si traduce in una risoluzione al di sotto di quella impostata in questo campo, il sistema considererà il contenuto come “immagine a bassa risoluzione“, segnalandolo all’utente con un triangolo giallo di avviso “!”. (questa impostazione sarà sovrascritta qualora specificato diversamente nelle opzioni del prodotto)
  • Risoluzione di output predefinita: risoluzione alla quale sarà generato il file in uscita dal sistema (in DPI). (questa impostazione sarà sovrascritta qualora specificato diversamente nelle opzioni del prodotto)
  • Consenti accesso diretto: consenti accesso all’editor anche senza login
  • Attiva OCR immagini: abilita la funzione di riconoscimento del testo. Inserendo un file immagine che contiene del testo, il sistema sarà in grado di riconoscerlo, e di renderlo editabile.  (questa impostazione sarà sovrascritta qualora specificato diversamente nelle opzioni del prodotto)
  • Visualizza prezzo nell’editor: visualizza in tempo reale il prezzo del prodotto nell’editor, nell’area in alto a destra sotto al carrello
  • Blocca ordine in presenza di errori: quando l’utente ordina un progetto dallo smart-editor, il sistema fa un controllo sui contenuti inseriti, in merito a: basse risoluzioni, testi non inseriti, caselle di testo o di immagini vuote. Se si attiva questa opzione, qualora uno di questi errori si verifichi, il sistema bloccherà l’acquisto del prodotto
  • Modalità di autoflow: selezionare dal menù a tendina la logica con la quale verrà fatto l’auto-riempimento dei box immagini
  • Palette colori predefinita: selezionare uno o più colori, che diventeranno la palette predefinita di colori, qualora non specificato diversamente nelle opzioni del prodotto
  • Intento di output: selezionare lo spazio colore (RGB o CMYK) predefinito per i file generati. Da sottolineare che l’uscita in quadricromia è prevista per i soli elementi vettoriali (testo, grafica), le immagini saranno sempre esportate in RGB.
  • Formato di output: selezionare il formato del file in uscita. Solo il formato PDF supporta l’intento di output in CMYK
  • Selezione colori: pannello per la selezione del colore di un elemento, attraverso una finestra “ColorPicker”, oppure attraverso la palette di colori
  • Tipologie di file consentiti: selezionare uno o più formati accettati per il caricamento di immagini nell’editor
  • Opzioni attive: cliccando sul pulsante “Personalizza opzioni” è possibile attivare o disattivare gli elementi che si vogliono rendere disponibili nel pannello strumenti dell’editor – relativamente a questo prodotto  (questa impostazione sarà sovrascritta qualora specificato diversamente nelle opzioni del prodotto)
  • Asset immagini: selezionando “abilitato“, si rende visibile l’asset immagini nella pagina dell’editor. Selezionando “E’ possibile aggiungere elementi“, si rende visibile anche il pulsante per il caricamento da parte dell’utente di contenuti propri. (questa impostazione sarà sovrascritta qualora specificato diversamente nelle opzioni del prodotto)
  • Asset sfondi: selezionando “abilitato“, si rende visibile l’asset degli sfondi nella pagina dell’editor. Selezionando “E’ possibile aggiungere elementi“, si rende visibile anche il pulsante per il caricamento da parte dell’utente di contenuti propri. (questa impostazione sarà sovrascritta qualora specificato diversamente nelle opzioni del prodotto)
  • Asset maschere: selezionando “abilitato“, si rende visibile l’asset delle maschere nella pagina dell’editor. Selezionando “E’ possibile aggiungere elementi“, si rende visibile anche il pulsante per il caricamento da parte dell’utente di contenuti propri. (questa impostazione sarà sovrascritta qualora specificato diversamente nelle opzioni del prodotto)
  • Asset galleria: selezionando “abilitato“, si rende visibile l’asset delle clipart nella pagina dell’editor. Selezionando “E’ possibile aggiungere elementi“, si rende visibile anche il pulsante per il caricamento da parte dell’utente di contenuti propri. (questa impostazione sarà sovrascritta qualora specificato diversamente nelle opzioni del prodotto)

 


SCHEDA ASSET ESTERNI

  • Attiva facebook: consente all’utente la possibilità di caricare un’immagine a partire dalla sua libreria foto di facebook (attiva solo se si abilita il log-in tramite Facebook dalle impostazioni generali del negozio)
  • Attiva Google Photos: consente all’utente la possibilità di caricare un’immagine a partire dalla sua libreria foto di Google (attiva solo se si abilita il log-in tramite Google dalle impostazioni generali del negozio)
  • Dropbox API Key: inserire la chiave fornita da Dropbox per abilitare l’accesso al servizio (account dropbox necessario)
  • Attiva Dropbox: consente all’utente la possibilità di caricare un’immagine a partire dalla sua libreria foto di Dropbox
  • Instagram API Key: inserire la chiave fornita da Instagram per abilitare l’accesso al servizio (account Instagram necessario)
  • Instagram API Secret: inserire la chiave fornita da Instagram per abilitare l’accesso al servizio (account Instagram necessario)
  • Attiva Instagram: consente all’utente la possibilità di caricare un’immagine a partire dalla sua libreria foto di Instagram
  • Flickr API Key: inserire la chiave fornita da Flickr per abilitare l’accesso al servizio (account Flickr necessario)
  • Flickr API Secret: inserire la chiave fornita da Flickr per abilitare l’accesso al servizio (account Flickr necessario)
  • Attiva Flickr: consente all’utente la possibilità di caricare un’immagine a partire dalla sua libreria foto di Flickr
  • Pixabay API Key: inserire la chiave fornita da Pixabay per abilitare l’accesso al servizio (account Pixabay necessario)
  • Attiva Pixabay: consente all’utente la possibilità di caricare un’immagine a partire dal catalogo immagini di Pixabay

 


SCHEDA ADOBE TYPEKIT

EZprint permette l’utilizzo nei template personalizzati dei font di Google (Google Fonts). Qualora si disponga di una licenza Adobe TypeKit per l’utilizzo sul web, è possibile rendere disponibili anche i font della libreria Adobe per l’utilizzo nell’editor, configurando tutti i campi di questa scheda:

  • Adobe TypeKit API Key: inserire la chiave fornita da Adobe per abilitare il sistema ad accedere alla libreria di font Adobe
  • Attiva Adobe TypeKit: consente all’amministratore la possibilità di utilizzare i font Adobe della libreria per la personalizzazione del template